Home » Comuni Salentini » Morciano di Leuca » Salviamo le sorgenti!

Salviamo le sorgenti!

Articolo scritto da Antonio Coppola, pubblicato su www.salveweb.it:

“C’è un luogo che nell’immaginario collettivo dei morcianesi, degli abitanti del Basso Salento e dei turisti costituisce il ritrovo ideale delle vacanze, il ritrovo a dimensione famigliare per eccellenza.
E’ lì che ci si ritrova l’estate di ogni anno per celebrare giorno per giorno il semplice rito dell’accoglienza e della convivialità. E’ lì che, stando insieme, ci si inventa le occasioni per gustare in allegria le frise col pomodoro, dopo averle bagnate nell’acqua dolce e fresca che sgorga dalle viscere della terra. E’ lì che intere famiglie provenienti da tutta Italia e le persone del posto pescano e condividono con gli altri i ricci di mare, si gustano le cozze nere, le fresche angurie, i dolcissimi fichi e altra frutta di stagione. Ed infine è lì che ci si abbandona nel fresco abbraccio di acque sempre limpide e dolci.
Quel luogo è conosciuto da tutti come le Sorgenti. Si trova a Torre Vado, Marina di Morciano di Leuca, a due passi dal lungomare.
In quel luogo la memoria ritorna nostalgica durante il lungo inverno. Lì ancora una volta anela a ritornare.
E ritrovarlo ogni anno immutabile e accogliente fa bene al cuore, lenisce le fatiche, risveglia e ristora i sensi.


Lo scempio alle sorgenti (Fonte: salveweb.it)

Lo scempio alle sorgenti (Fonte: salveweb.it)

Questo sono le Sorgenti, non un semplice tratto di costa… fino al 29 giugno 2009, quando i morcianesi, gli abitanti del Basso Salento e i turisti si sono accorti che qualcuno, munito delle necessarie autorizzazioni, si apprestava a consumare un autentico scippo.


Noi tutti saremo grati a Francesco Colella, meglio conosciuto come ‘Ncicchi Capirizzu, il quale per primo è giunto sul posto e ha richiamato a gran voce altre persone per bloccare i lavori della ditta A. & C. Costruzioni s.r.l., che di lì a poco avrebbe trasformato le Sorgenti in uno stabilimento balneare. Il tutto in nome di un progresso che spesso fa rima con profitto e si risolve nella più cinica mercificazione.
Noi non permetteremo che le Sorgenti vengano piegate alla logica del profitto, ricoperte da assi di legno, irrimediabilmente deturpate e recintate a vantaggio di pochi.

Le Sorgenti dovranno restare il nostro luogo dei ricordi più struggenti, un riferimento costante della nostra vita. Un luogo al quale tornare con la memoria quando, vecchi e stanchi, ci accingeremo a consegnare i nostri ricordi più belli ai nostri figli e ai nostri nipotini. Ecco perché alle Sorgenti dedicheremo tutti noi stessi, tutto il nostro impegno.


E voi? Con la vostra sottoscrizione aiuterete noi, che amiamo visceralmente questo luogo, aiuterete voi stessi che, ritornando ogni estate, avrete modo di apprezzarne il fascino senza tempo, la freschezza e la generosità, senza che altri medino per voi.
E allora diciamolo in tutta franchezza. Se vi sono delle responsabilità, dovranno essere accertate senza guardare in faccia a nessuno. Il che servirà ad evitare in futuro il ripetersi di simili madornali “sviste”.
Ora, però, bisogna fronteggiare l’emergenza e l’emergenza consiste nello scongiurare lo scempio che in nome del dio denaro alcuni si accingevano a fare.


Ecco il significato e lo scopo della petizione. Gridiamolo tutti forte e chiaro per far sì che chi ha orecchi per sentire ed occhi per vedere non nutra alcun dubbio in proposito: LE SORGENTI APPARTENGONO A TUTTI NOI. LE SORGENTI NON SI TOCCANO NE’ OGGI NE’ MAI.”

Per firmare la sottoscrizione, visionare il pdf al seguente link:

http://www.torrevado.info/download/firma-per-le-sorgenti.pdf


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *