Home » Comuni Salentini » Andrano » Tracce Templari ad Andrano?

Tracce Templari ad Andrano?

Quando si pensa ai cavalieri Templari chissà perchè, nella maggiorparte dei casi, si pensa a posti misteriosi, quasi sperduti, chiese nascoste in cui questi potevano rifugiarsi ed adempiere alla loro missione di difesa dei pellegrini cristiani che si recavano in terra Santa per devozione. Oggi, molti di quei posti sono stati svelati e studiati ma molti rimangono ancora sconosciuti anche se, strano a dirsi, li abbiamo proprio sotto il naso!

La cripta della Madonna dell’Attarico, di cui abbiamo già avuto modo di parlarvi in un precedente articolo, potrebbe esserne un esempio.

L’ambiente si dimostra essere l’habitat ideale per zanzare e moscerini, i quali, in gran numero, ricoprono parzialmente i pochi affreschi che sono sopravvissuti anche se in pessimo stato di conservazione. L’ingresso a forma di croce latina, lascia quasi immediatamente intravedere sulla volta, a destra dell’osservatore, una piccola sporgenza calcarea, molto chiara, sulla quale è possibile identificare una croce patente template.

Ingresso della Cripta

Ingresso della Cripta

I più fortunati potranno riuscire a vedere la croce senza la necessità di dover obbligare i moscerini a spostarsi dalla parete, ma in ogni caso, anche se dovreste farlo ne varrebbe veramente la pena. I Templari disegnavano una Croce Patente grazie a cerchi concentrici,infatti le braccia della croce sono smussate e perfettamente curve all’interno di un cerchio.

Ma cosa ci facevano i pellegrini ad Andrano?

La Croce Templare affrescata sulla volta

La Croce Templare affrescata sulla volta

Il Salento era meta nel passato di un pellegrinaggio diretto presso Santa Maria di Leuca, in modo da consentire ai peccatori di espiare le colpe commesse tramite una forma di penitenza purificativa. Una delle mete del viaggio, quella più conosciuta, era il complesso di Leuca Piccola, il quale vantava locande e una piccola rete di cunicoli sotterranei in grado di dare ospitalità ai pellegrini. Numerose erano le altre tappe che abbracciavano percorsi in grado attraversare i principali centri abitati salentini, molte oggi irrimediabilmente scomparse. Andrano si trovava lungo uno di questi tragitti, che congiungeva Otranto a Gagliano del Capo.

Non lontano dalla cripta sorgeva un tempo un Ospedale, un luogo di ricovero per accogliere la gente stremata dal lungo peregrinare, offrire cibo e alloggio a coloro che ne avevano la necessità prima di intraprendere il cammino verso la prossima tappa, Tricase.

I cavalieri templari avrebbero potuto collocarsi proprio qui, nel tragitto che congiunge la cripta e l’ospedale, per garantire difesa e protezione a quanti decidevano di intraprendere, per volontà propria o imposizione, un viaggio spirituale, una delle ragioni principali per la quale l’ordine venne fondato. L’ordine  non disdegnava il riciclo di strutture, consacrate o meno, già esistenti, anche se di certo non era sprovvisto di finanziamenti per la realizzazione di quanto avrebbe avuto bisogno per il compimento della propria missione.

Croce latina nella cripta

Croce latina nella cripta

Purtroppo non possiamo asserire con certezza che la croce sia stata realizzata dall’ordine crociato, la cui presenza è stata comunque dimostrata in Terra d’Otranto grazie ad alcuni importanti documenti. Sono molti i luoghi che vantano il passaggio del misterioso ordine cavalleresco, molti dei quali però, non supportati da un’adeguata documentazione storica.

Marco Piccinni


3 commenti su “Tracce Templari ad Andrano?

  1. Salvatore Fiori ha detto:

    guarda che quella lì è una croce “Fiché” rossa (anche questa, volendo insistere , era una tipologia di croce usata dal Templari). La croce precedente era definita “Croce cosmologica” ed era usata soprattutto dai Templari, ma anche da altri…comunque io sono un’esperto di ricerche templari nel Salento ed ho pubblicato diversi studi, pubblicati ai convegni della LARTI ( Libera Associazione Ricercatori Templari Italiani) inoltre ho pubblicato in agosto 2010 il libro “I Templari in Terra d’Otranto” che rappresenta lo studio più inedito e aggiornato sui luoghi templari nel Basso Salento….se ti servono notizie posso indicare tutte le mie bibliografie più precise..

  2. Marco Piccinni ha detto:

    Salve, la ringrazio per il suo commento, è importante che le informazioni che vengono fornite ai lettori siano corrette il più possibile. Ad ogni modo vorrei precisare che, non essendo degli altissimi esperti in materia di templari, abbiamo fatto consultare il materiale fotografico a studiosi e ricercatori i quali ci hanno confermato che quella in questione è in realtà una croce patente. Ad ogni modo saremmo lieti di poter approfondire l’argomento con lei e poter approfondire le informazioni in nostro possesso con la biografia che ci indicherà.
    Siamo sicuri che questo scambio di informazioni sarà decisamente profiquo per la comunità salentina.
    La ringrazio a nome di tutto lo staff.

  3. francesco lopez y royo ha detto:

    lo spedale a cui fate riferimento è di molto posteriore ai Templari,di qualche secolo.

Rispondi a francesco lopez y royo Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *