Dormendo, personale di pittura di Antonio Leo | Salogentis
Home » Comuni Salentini » Lecce » Dormendo, personale di pittura di Antonio Leo

Dormendo, personale di pittura di Antonio Leo

Inizio col dire che ho accettato di scrivere qualche parola sui lavori di Antonio, unicamente perché posso permettermi di farlo. Non suoni presuntuosa questa mia affermazione ,ma l’arte di A. l’ho vista evolversi sotto i  miei occhi, anno dopo anno, colore dopo colore, pennellata dopo pennellata…

I lavori di A. riescono a trasmettere emozioni che in se racchiudono una serie di sott’emozioni: l’angoscia, il dolore, il torpore, … Ogni suo lavoro viene racchiuso in spazi claustrofobici, quasi a voler imprigionare il suo personaggio (un alter ego?) per poterne poi catturare perfettamente lo stato d’animo.

Invito

Invito

I lavori che verranno esposti in questa mostra, ne sono un ottimo esempio. A. raffigura esseri  dormenti, ma a colpire non è tanto l’atto del sonno ma la rappresentazione di esso. Esseri che vedono nel sonno un rifugio per la propria angoscia, quell’angoscia che equivale alla mancanza di coraggio e che simbolizza una perfetta incapacità di scelta. Il tutto ben rappresentato da una pennellata che guarda ad artisti come Kent William e Dave Mckean ma senza mai emularli, bensì parafrasandone lo stile in un personalissimo uso del colore, che nei lavori di A. svolge un ruolo davvero determinante. Si guardi l’uso del colore rosso nell’opera n. 3, un rosso che quasi avvolge l’essere e che in se si presta a molteplici significati: rosso come il sangue, ma anche come l’amore. Un uso del colore che A. è riuscito a perfezionare anche grazie all’altra sua grande passione: la fotografia.

Ecco perché queste opere vanno osservate dal vivo, in tutta la loro integrità. Perché la loro forza sta nelle molteplici letture di chi le osserva. Come quando ci si trova davanti una strada e percorrendola ci accorgiamo che non vi è solo un’unica via, ma che vi sono tante altre piccole vie da percorrere e soprattutto da scoprire.

E se un artista riesce a trasmettere queste emozioni,  vuol dire che la strada da lui intrapresa non ha preso una sola direzione, ma tante direzioni, ognuna delle quali rappresenta l’incognita del mistero e del cambiamento. Senza mai avere paura di affrontarlo.

Come ha fatto A. in questi anni. E come di certo saprà fare in futuro.

Ned

Cielo

Cielo

N°3

N°3


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *