Home » Ricette Tipiche del Salento » Zucca gialla in salsa, un contorno semplice ma d’effetto

Zucca gialla in salsa, un contorno semplice ma d’effetto

La zucca, una cocurbitacea intorno alla quale ruotano tante leggende, storie, festività: quella più famosa è indubbiamente Halloween. Durante la notte, nella quale si aspetta la vigilia del giorno dei morti, le zucche prendono vita per soddisfare il desiderio di spiriti e demoni di poter tornar sulla terra, dal mondo degli inferi, ancora una volta.

Nel Salento le zucche di solito non prendono vita, o per lo meno non ci sono giunte ancora informazioni in merito. Qui si usano per cucinare.

Di pietanze con la zucca gialla se ne possono preparare ad ajosa. La zucca si coltiva facilmente, e i suoi frutti sono piuttosto generosi tanto da poter soddisfare con una discreta sufficienza, almeno in passato,  i bisogni delle famiglie contadine.

Tra quelle più conosciute vi è indubbiamente la puccia, di cui la zucca è un ingrediente decisamente gustoso.

Con la zucca gialla si possono realizzare inoltre numerosi contorni, uno tra tutti è “Zucca gialla in salsa”. A dire il vero non siamo a conoscenza di quale sia il vero nome di questa ricetta, quello indicato poz’anzi risulti infatti una nostra attribuzione. Non tutte le ricette hanno infatti un nome, molte potevano venir fuori così, per caso, semplicemente perché vi era la necessità di consumare alcuni alimenti prima che potessero deteriorarsi ma neanche senza ripetersi proponendo ripetutamente a tavola gli stessi piatti. La gente era povera, questo è vero, ma non per questo motivo priva di fantasia e originalità.

Per la preparazione della zucca in salsa occorrono pochi minuti e pochissimi semplici ingredienti come olio, aceto, sale, aglio, origano, menta e pepe, e indubbiamente, la zucca gialla. Se preferite la zucca consistente lasciatela pure cruda, altrimenti potete tranquillamente bollirla per 5 minuti in modo da ammorbidirla e garantire una rapida coesione con i sapori degli altri condimenti.

Godetevi quindi questa breve video ricetta e buon appetito!

Marco Piccinni



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *