Gallipoli, a settembre l’alta moda: torna la dolce vita | Salogentis
Home » Comuni Salentini » Gallipoli » Gallipoli, a settembre l’alta moda: torna la dolce vita

Gallipoli, a settembre l’alta moda: torna la dolce vita

GALLIPOLI (Le) – Corsi e ricorsi: Gallipoli torna ai fasti del passato. Gli anni Sessanta, in particolare, quando era considerata la Versilia del Sud. La mondanità visse stagioni molto belle e intense: i vip di mezzo mondo (cantanti, attori, intellettuali di successo, che facevano trend, ecc.) passavano le vacanze a Lido San Giovanni, coccolati dal cavalier Francesco Ravenna, un grande personaggio che purtroppo non c’è più.
Notti magiche sul mare colmo di luci, feste nelle ville, movida nei locali in, struscio su Corso Roma, fra le bellezze barocche del cento storico, le chiese, i frantoi ipogei. Il mare dai mille riflessi è nelle post-card attaccate ai muri dei locali che conservano la memoria.

L’azzardo è notevole: spostare l’alta moda da Roma in Salento, per valorizzare il territorio, le sue bellezze, la storia, e anche le eccellenze creative: i giovani stilisti pugliesi, per esempio. Non sarà facile, il lavoro sarà duro, lo stilista e giornalista Antonio Ventura de Gnon lo sa ma intende fare questo sforzo come omaggio alla sua terra (è nato a Salice Salentino, vive a Roma, lavora in Rai come costumista di programmi di successo).
Ecco dunque in cantiere l’evento, spalmato in quattro giornate a fine estate: dal 10 al 13 settembre: “Gallipoli International Fashion Week 2015” (alta moda e wedding). La “città bella” (kalle polis) è già in fibrillazione. Entusiasmo in municipio: Il sindaco Francesco Errico: “Siamo convinti che il mercato della moda sia strumento di ricaduta economica per tutto l’indotto, oltre che momento importante di valorizzazione turistica del territorio”. Delega piena per l’organizzazione alla responsabile del turismo e spettacolo Adele De Marini.
Location pronta: l’antica piazza della Madonna del Canneto (oggi Aldo Moro), su cui si affaccia una bellissima chiesa che ha molte leggende da narrare, accanto al Castello Angioino, la Fontana Greca, il porto dei pescherecci (Gallipoli nel Seicento batteva il prezzo dell’olio a livello europeo e oggi ha un rinomato mercato del pesce).
Eccitazione anche fra le associazioni di categoria.
Gallipoli, città Vecchia

Gallipoli, città Vecchia

“Città Bella” che raggruppa gli imprenditori storici, significativi della città (alberghi, ristoranti, masserie, ecc.) assicurerà i servizi turistici e anche “Federbalneari”, a cui aderiscono i gestori degli stabilimenti cittadini, collaborerà all’evento.
Perché settembre? “In quel periodo – sorride Ventura, che oltre a essere una griffe nota nel mondo è l’ideatore e il direttore artistico dell’evento – i tramonti di fuoco incendiano il mare della baia”. Nessuno lo ammette per ovvie ragioni di scaramanzia, ma il successo della prima edizione, la più difficile perché si tratta di mettere su un format, aprirà la strada a due appuntamenti annuali: d’inverno per proporre le collezioni Primavera/Estate e d’estate per presentare gli abiti che indosseremo per l’Autunno/Inverno.
Lo stilista lavora alacremente al palinsesto. E incardina i primi nomi delle griffe di alta moda che hanno aderito, tutti di fama internazionale: Renato Balestra, Raffaella Curiel, Gigliola Curiel, Massimo Crivelli, Antonio Grimaldi, Alberto Terranova New Land Sarli, Vittorio Camiani. Dall’Italia. Prestigiose personalità e griffe sono in stand-by da tutto il mondo.
Eccone alcune: la Maison Haute Couture di Malta Ferragiù, Julianna Scerri Ferrante (stilista e Presidente della Chamber of Fashion Malta), il Presidente della Camera della Moda Svizzera con uno degli stilisti elvetici più rappresentativi, e inoltre nomi di spicco dell’alta moda dal Nordafrica (Marocco e Tunisia), dalla Turchia, da Parigi. Centrale sarà poi il ruolo degli stilisti emergenti che vorranno proporre le loro creazioni, imparando accanto a couturier famosi, del Salento e la Puglia. Adesioni al via (vedremo come).
Denso sarà anche il parterre degli artisti pronti per il red carpet: Giancarlo Magalli, Anna Mazzamauro, Sebastiano Somma, Remo Girone, Alessandro Cecchi Paone, Maria Mazza, Mariolina Cannuli, Elisabetta Pellini, Emanuela Tittocchia. L’aristocrazia capitolina darà un atout particolare: il principe Guglielmo Marconi Giovannelli (fresco sposo), la contessa Barbara Ronchi della Rocca, la marchesa Daniela del Secco d’Aragona, il wedding Erno Rossi e la figlia Denise col braccio destro William Vittori per la giornata dedicata al matrimonio (case di moda e accessori).
A Gallipoli arriveranno giornalisti specializzati che copriranno l’evento: Paola Pisa, inviata del “Messaggero”, Cinzia Malvini (La7), Patrizia Vacalebra (Ansa), Grazia Pitorri (blogger), Valeria Oppenheimer (Rai1), Marzia Ponzi (Tele Umbria), Stefania Giacomini (Rai3, blog sul made in Italy), Erika Gottardi (periodico “Woman & Bride”), Antonella (“Freetime”), il direttore (Massimo Maffei) e l’editore del settimanale “Tutto”, Elio Frasca, direttore del periodico internazionale “Rendèz-Vous”, una fotografa di “Vogue Australia”, la storica della moda e volto tv Mara Parmegiani, Dundar Kesapli, Presidente dell’Associazione dei Giornalisti del Bacino Mediterraneo. Organizzazione generale e regia, Giuseppe Racioppi, assistente la fashion stylist Ilaria Pascali, con la casting manager Patrizia Ceruleo, ufficio-stampa Marina Bertucci (www.agenziaitaliainforma.it).
Non resta allora che fare un grosso in bocca a lupo a Gallipoli!
(L’organizzazione cerca 45 modelle salentine-pugliesi: altezza cm. 177, taglia 38-40; 15 ragazzi: altezza cm. 180, taglia 48-50; giovani stilisti/e emergenti, dal Salento e la Puglia; politici per il parterre dell’evento.
Info: 328-6457836).
Francesco Greco
Articolo già pubblica su Giornale di Puglia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *