DONNE. Da Tricase a Dior, Grazia Chiuri story | Salogentis
Home » News sul Salento » DONNE. Da Tricase a Dior, Grazia Chiuri story

DONNE. Da Tricase a Dior, Grazia Chiuri story

TRICASE (Le) – Da una bottega di sartoria di Tricase al tetto del mondo: prima presidente donna della prestigiosa maison Christian Dior. E’ la parabola vincente di Maria Grazia Chiuri (foto). Chi la conosce non se ne sorprende: determinata, volitiva, il successo è arrivato anche grazie al carattere di ferro.
Il “Financial Times” l’ha appena messa nella lista delle donne più influenti di questo 2016. Per capirci: fra Hillary Clinton (USA) e Dilma Roussef (Brasile), Theresa May (Gran Bretagna) e Jo Cox (Gran Bretagna), la parlamentare laburista assassinata nel giugno scorso a Londra da un fanatico pro-Brexit.

Maria Grazia Chiuri (Fonte gqitalia.it)

Maria Grazia Chiuri (Fonte gqitalia.it)

Figlia di una sarta, è stato naturale per lei avvicinarsi al mondo della moda, dei vestiti, dei modelli. E rimanerne affascinata facendone la sua ragione di vita.

Tuttavia, la famiglia non considerava la moda una cosa in grado di dare un futuro, e quando Maria Grazia ha deciso di iscriversi all’Istituto Europeo di Design di Roma non ha fatto certo i salti di gioia.

Il carattere di ferro della ragazza però ha fatto il resto. Nell’89 la assume Fendi chiedendole di occuparsi degli accessori. Ci resta ben dieci anni: è infatti il 1999 quando Valentino Garavani la chiama (con Piergiorgio Piccioli) per creare i suoi accessori. E premia la sua originalità e creatività affidandole anche la Red Valentino.

Step successivo: la guida della Dior, una delle griffe più prestigiose al mondo. La prima volta di una donna al comando. Il capo della multinazionale LVMH Bernard Arnault ha per la ragazza di Tricase parole d’affetto e parla di “talento immenso riconosciuto internazionalmente”.

La declinazione al femminile delle donne di successo a Tricase è comunque la norma. Ricordiamone solo due: la mezzosoprano Serena Scarinzi (foto) della Fondazione Lirica Petruzzelli (Bari), una voce bellissima, da brividi. Si è laureata con lode, indirizzo Musica Antica e Canto Barocco al Conservatorio “Tito Schipa” di Lecce sotto la guida della soprano Anna Aurigi. Anche lei carattere di ferro (era una ragazza quando rimase orfana di madre).

Serena Scarinzi (Fonte: ilgallo.it)

Serena Scarinzi (Fonte: ilgallo.it)

E l’economista Maria Concetta Chiuri, detta Etta (foto), docente di Economia Politica all’Università di Bari, purtroppo mancata ancora giovane. Era destinata a una carriera brillantissima.

Maria Concetta Chiuri (Fonte: siepweb.it)

Maria Concetta Chiuri (Fonte: siepweb.it)

Francesco Greco


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *