La Festa di Santa Domenica a Scorrano | Salogentis
Home » Comuni Salentini » Scorrano » La Festa di Santa Domenica a Scorrano

La Festa di Santa Domenica a Scorrano

La festa di Santa Domenica a Scorrano giunge puntuale ogni 5, 6 e 7 Luglio di ogni anno, proprio nel periodo in cui ricorre la celebrazione liturgica della Santa, il 6 Luglio appunto, per ricordarne la morte avvenuta durante le persecuzioni di Diocleziano, nel 303.

La data di nascita, così come i luoghi in cui la Santa avrebbe effettivamente vissuto non sono noti con certezza. Fonti latine la vedrebbero nascere e morire in Campagna, per essere poi portata a Tropea subito dopo l’applicazione del martirio. Fonti greche, invece, la vedrebbero muovere i primi passi nella stessa Tropea, o in Asia minore, in un periodo compreso tra il 260 e il 287, per essere infine giustiziata a Nicomedia.

Oltre a alla sfortunata Domenica, anche i suoi genitori, Doroteo ed Arsenia, vennero fatti catturare da Diocleziano, anche se poi liberati, a patto che avessero vissuto il resto dei propri giorni in esilio. Domenica, invece, subì numerose torture: la sua volontà e la sue fermezza nel non voler rinunciare alla propria fede Cristiana rappresentarono un vero ostacolo per i suoi inquisitori: numerosi prodigi si verificarono in occasione delle diverse fasi della tortura, che mossero alla conversione numerosi presenti che osservavano per pura curiosità. La Santa fu, infatti, lanciata nelle fiamme, ma non bruciò; fu data in pasto ai leoni, ma questi si rifiutarono di aggredirla. Solo la decapitazione pose fine ai suoi giorni terreni.

Il grande amore per la sua fede si avverte ancora oggi nelle strade di Scorrano, in questa prima settimana di Luglio, in quella che è definita come la festa di Santa Domenica più grande d’Italia. In nessun altra festa del Salento è possibile assistere a “parazioni” così imponenti. Giochi di luci, LED e laser realizzano quella magica atmosfera che accompagna gare di spettacoli pirotecnici e la famosa processione, comune a tutte le feste patronali salentine, che termina con la consegna simbolica delle chiavi della città alla sua Santa Patrona.

Sembra che l’origine di cotanta esposizione luminosa derivi da una manifestazione della Santa alla comunità scorranese, alla quale chiese che le venisse acceso un cero per ogni abitazione.

 

Dall’edizione 2011 la ditta “Le luminarie di Cesario de Cagna” di Giuseppe de Cagna e fratelli proporrà a tutti i visitatori:

La  Tour  Eiffel a  Scorrano

15.000 lampade per il grandioso progetto dell’azienda salentina

Non finisce mai di sorprendere e di stupire la “L. C. D. C. – Luminarie Cesario De Cagna” di Giuseppe De Cagna e Fratelli. Dopo i grandi successi come la Torre di Pisa, il Tunnel Spazio Temporale (ideale riferimento al Ponte di Einstein-Rosen) e la grande Cupola, un’altra struttura conosciuta in tutto il mondo brillerà nella piazza principale di Scorrano, dal 5 al 10 luglio, per la festa patronale più grande d’Italia in onore di Santa Domenica.

E’ la Tour Eiffel il nuovo fantasmagorico progetto dell’azienda salentina che non finisce mai di stupire con le sue meravigliose strutture. I suoi allestimenti, complessi e mai banali, fanno impazzire tutto il mondo catturando l’attenzione non solo di tutti i medi nazionali ma, anche e soprattutto, di quelli stranieri meravigliati da tanta maestria, professionalità e passione.

La Tour Eiffel è il monumento più famoso di Parigi ed è conosciuta in tutto il mondo come simbolo della città stessa e della Francia. Fu chiamata così dal nome del suo progettista, l’ingegnere Gustave Eiffel, che costruì anche la struttura interna della Statua della Libertà. È visitata mediamente ogni anno da oltre cinque milioni e mezzo di turisti.

La Tour Eiffel by De Cagna, riproduce il 13% della torre reale con un altezza pari a 25 metri, una larghezza di 9,40 composta da 15.000 lampade rigorosamente a led.

Così come tutte le strutture e le tecniche di realizzazione adoperate dalla ditta De Cagna divengono sempre più ingegnose e rivoluzionarie, anche lo spunto per l’ideazione di nuovi progetti risulta proiettato al futuro, non solo per l’utilizzo di una luce pulita e moderna, ma soprattutto grazie all’inventiva degli artisti De Cagna, che non smettono mai di sorprendere, lasciando spazio a grandi imprese d’inverosimile esecuzione.

La Tour Eiffel rappresenta proprio questo. Un’esecuzione che traccia indubbiamente la storia delle luminarie salentine dove tradizione ed innovazione vanno ad fondersi per regalare emozioni e piacevoli ricordi.

Questa struttura, difficile e complessa nella sua progettazione e realizzazione, dopo Scorrano sarà portata in giro per il mondo così come tutti gli altri progetti firmati De Cagna, diventando ufficialmente portatore non solo del “Made in Italy” ma anche del “Made in Salento” in tutto il mondo.

E la Tour Eiffel che in questi giorni prende forma sta “accendendo” la curiosità dell’intero Salento e non solo…in attesa della prima e reale accensione, a ritmo di musica e fuochi pirotecnici, prevista per Martedì 5 Luglio a Scorrano.

Per info e sopralluoghi contattare
Giuseppe De Cagna
335.6696250

SITOGRAFIA:

Wikipedia – Domenica di Tropea


Un commento su “La Festa di Santa Domenica a Scorrano

  1. pe ha detto:

    SIGNORI è UNO SPETTACOLO UNICO AL MONDO! ESSERE PRESENTE ALL’ACCENSIONE DELLE LUMINARIE CON LE COREOGRAFIE FA VENIRE I BRIVIDI!!!! CONSIGLIO A TUTTI DI ANDARE A SCORRANO A VEDERE LE LUMINARIE SONO UNICHE AL MONDO!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *